Airbus ha annunciato la fine della produzione del superjumbo A380, il suo aereo top di gamma, le cui consegne finiranno nel 2021: l’ha detto l’ad Tom Enders in una nota. La decisione è stata presa dopo il taglio di 39 aerei dall’ordinativo della compagnia Emirates. “La conseguenza di questa decisione è che il nostro carnet di ordini non è più sufficiente a consentirci di mantenere la produzione dell’A380”, ha detto Enders.

Emirates ha rimpiazzato l’ordine degli A380 con quelli per altri 40 A330neo e 30 A350. Airbus non comunica l’importo di questo ordine a causa dell’entrata in vigore del nuovo principio contabile IFRES15. Inoltre, non è un ordine fermo ma un risarcimento. Infine, non specifica le versioni ordinate.

Il costruttore dell’aeromobile dice che “si impegnerà nelle discussioni con le parti sociali nelle prossime settimane per i posti di lavoro, da 3.000 a 3.500, che saranno probabilmente interessati da questa decisione nei prossimi tre anni”. Ma secondo il produttore, “l’attuale produzione dell’A320 e il nuovo ordine dei grandi vettori Emirates offriranno molte opportunità per la mobilità interna”.

La decisione era prevista, mentre il destino dell’A380 era legato alla decisione dell’anno scorso della compagnia del Golfo di acquisire 36 aerei A380 aggiuntivi. Airbus non ha nascosto che in assenza di questo ordinativo, il programma era destinato a fermarsi. “Onestamente, se non raggiungiamo un accordo con Emirates, non ci sarà altra scelta che fermare il programma”, aveva detto l’ex direttore commerciale John Leahy. Emirates è di gran lunga il principale cliente per il superjumbo, con 178 aerei ordinati, oltre 100 dei quali sono già stati consegnati. In totale, dell’A380 sono stati ordinati 321 aerei, secondo il sito web di Airbus.

Fonte: https://www.agi.it/economia/airbus_a380-4998114/news/2019-02-14/