ROMA – “In relazione all’avviso pubblico di manifestazione di interesse per il conferimento di incarichi di consulenza a titolo gratuito pubblicato dal Mef la Federcommercialisti esprime la propria indignazione, non potendo tollerare il detrimento delle professionalità acquisite attraverso anni di sapere, competenza, aggiornamento ed esperienze che deriva da siffatto avviso”.

In una lettera pubblica diffusa ieri dal consiglio direttivo (e firmata da Antonella La Porta, Domenico Posca e Stefano Sfrappa) la Federcommercialisti, “condanna tale pratica che mortifica la professionalità, violando le norme sull’equo compenso che inquadrano nell’onerosità dell’incarico un elemento strumentale ed indefettibile per la serietà delle candidature.

Di fronte a tali manifestazioni di approssimazione e disprezzo per le categorie professionali – conclude la nota -, la Federcommercialisti si augura che l’avviso venga al più presto rimosso o integrato secondo i canoni dell’equo compenso per le competenze richieste”.