Un’ordinanza dei giudici supremi ha riconosciuto il diritto all’assistenza fuori dall’Italia ad una bambina con tetraplesi che non poteva ricevere in un centro italiano le stesse terapie. Una controversia durata nove anni. L’avvocato della famiglia: “E’ la vittoria di tutti i malati».

Fonte: https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/19_maggio_15/viaggi-speranza-le-cure-all-estero-si-cassazione-f846f754-766d-11e9-bcad-cb3963eb9263.shtml